Ritorno a casa

Un’estate strana!

Maltempo sulle alpi occidentali e caldo sul resto!

Estate 2018: 50 anni dopo la mia prima salita da primo di cordata al Catinaccio!

Dovevo festeggiare! Dovevo combinare qualcosa di bello ma, la vita, il fato o chiamiamolo come vogliamo, ci ha messo del “suo”! Mi sono convertito a fare il muratore! Convertito? Ma che scelta infausta! Ebbene si ma, casa mia richiedeva intervento diretto e massiccio, pena: crollo devastante!

Ma dove abiti? Ebbene si …in un castello, abito in un castello! Fin da quando ho acquistato una casa del 600 in un piccolo centro storico l’ho definita così! Mai avrei immaginato l’evoluzione!

Peccato continuare le solite sofferte rinunce! La montagna aspetta ma, il tempo passa ed io invecchio!

Monviso
Pianura Padana dal Monviso

Ma io non mollo e stacco spesso per cimentarmi su vette minori ed escursioni varie per allenarmi un po’ e non permettere al mio corpo di lasciarsi andare!

Come quindi conciliare il mio desiderio di salite dalle necessità cantieristiche casalinghe? Ci pensa mio figlio! Vieni sul Monviso papi?

Ricordo che fu una delle mie prime salite non riuscite, una bufera ci aveva fatto ritornare e la vetta in quegli anni che potavano considerarsi romantici, sfuggì ai miei desideri.

Altri due infruttuosi tentativi, uno per maltempo e il secondo per impreparazione e quindi si presentava l’occasione di saldare i conti!

Bella salita fino alla vetta e grande gratificazione in compagnia di mio figlio. Abbiamo trovato il tempo sufficientemente bello per la riuscita nonostante giorni di continuo maltempo!

Dopo il Monviso parecchie escursioni e parecchio tempo in tenuta da muratore…

Adamello Presanella
Dalla Presanella il gruppo dell’Adamello

Altra buona salita che non ripetevo da tempo e con una buona fetta di tristezza a causa della mancanza ormai definitiva di neve e ghiaccio è stata la Cime Presanella, effettuata da solo.

E poi l’Adamello con mia figlia, la Concarena con Enzo…

Ma, piano piano, tra un consolidamento di pietra e l’altra arriva settembre, le giornate si accorciano, il clima cambia e i rifugi chiudono. Non per questo mi fermo e ricomincio a considerare le escursioni fuori porta.

La forma fisica è buona e ne approfitto per tornare al Castello di Gaino e a Cima Comer, come dire: ritorno a casa! E che casa! Uno spettacolo unico dal quale vedo qualcosa che il mondo ci invidia, il Lago di Garda!

Lago di Garda Toscolano Maderno
Basso Lago di Garda Lato Bresciano

…che il Signore mi consenta di continuare a vivere in salute e rivedere ogni giorno ciò che Madre Natura ci dona! Ringrazio Dio per tutto ciò!

 

 

fiorenzo

Libero Professionista. Mi occupo da decenni di sicurezza sui luoghi di lavoro (D.lgs 81/08) e altro. Appassionato di montagna (ho insegnato alpinismo nelle scuole del CAI come Istruttore Sezionale, Regionale e Nazionale). Sono iscritto alla SAT (sez CAI).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.